Salute orale in gravidanza per mamma e bambino: tutti i consigli

Tabella dei Contenuti

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Non è mai troppo presto per proteggere i denti e occuparsi della propria salute orale.

Già in gravidanza e subito dopo la nascita di un bambino è importante pensare alla prevenzione sia per la mamma che per il nascituro.

In questo articolo vogliamo darvi qualche consiglio sulla salute orale in gravidanza e sulla salute orale nei primi mesi dopo la nascita.


Come la gravidanza influenza la salute orale

È ormai risaputo che una corretta igiene dentale in gravidanza sia importantissima, non soltanto per preservare la salute dei denti della mamma in attesa, ma anche per prevenire i potenziali problemi dei dentini del bimbo o della bimba.

È vero che le modificazioni della dieta, nausee, vomito e i cambiamenti ormonali alterano l’equilibrio a livello del cavo orale e possono aumentare il rischio di carie e di infiammazioni gengivali (infatti circa il 60% delle neomamme perde un dente durante la gravidanza).

Ma è anche vero che questi rischi si annullano con una corretta igiene orale e con delle opportune accortezze che lo specialista può indicarvi.

Con una prevenzione ad hoc non c’è bisogno di fasciarsi la testa o di drammatizzare la situazione: nel nostro Studio abbiamo ideato un semplice e veloce programma di prevenzione per l’ultimo trimestre, dedicato proprio alla salute orale in gravidanza.


Come prendersi cura della salute orale dei propri figli



Ecco alcune accortezze da tenere a mente:

  • quando cade il ciuccio in terra, spesso un genitore lo passa in bocca e lo restituisce al figlio. In questo modo però si rischia di trasmettere i batteri al neonato.
    È dunque consigliabile sterilizzare il ciuccio lavandolo.
  • È meglio evitare di bagnare biberon o tettarelle con sostanze dolci, come il miele o altro, come spesso accade per invogliare il neonato ad accettarli.
    Le sostanze dolci favoriscono infatti la creazione di un ambiente acido, con la conseguente proliferazione dei batteri, che a loro volta possono portare alla carie.
  • La nostra specialista in odontoiatria infantile, la Dott.ssa Emanuela, vi mostrerà come lavare i denti del piccolo due volte al giorno, soprattutto dopo il biberon o la poppata della sera.
  • Per l’igiene della bocca del neonato, basta prendere una garza imbevuta di soluzione fisiologica e passarla delicatamente sulle gengive del bimbo. Quando spuntano i primi denti, si può usare un piccolo spazzolino con poco dentifricio al fluoro.
  • È bene scoraggiare l’abitudine del dito in bocca, che può portare dopo i tre anni, tra l’altro, ad alterazioni nella crescita delle ossa mascellari e nel posizionamento dei denti.

Vuoi saperne di più sulla pedodonzia e sull’igiene orale dei bambini?
Leggi il nostro articolo sull’odontoiatria infantile

Ti potrebbero interessare anche

Vuoi contattarci velocemente?

Se hai un'urgenza puoi contattare lo Studio Odontoiatrico Bellemo così:

Chiamata

Un membro del nostro team di segreteria risponderà a tutte le tue domande e ti fornirà la soluzione migliore per risolvere le tue necessità.

WhatsApp

Un membro del nostro team entrerà in contatto con te nel minor tempo possibile e proporrà un consulto telefonico sulla base delle tue esigenze.

Chiamata

Un membro del nostro team di segreteria risponderà a tutte le tue domande e ti fornirà la soluzione migliore per risolvere le tue necessità.

WhatsApp

Un membro del nostro team entrerà in contatto con te nel minor tempo possibile e proporrà un consulto telefonico sulla base delle tue esigenze.