Lavarsi i denti è sicuramente un ottimo punto di partenza per una corretta igiene orale ma… non basta! Bisogna farlo spesso e bene.

Oltre all’ igiene domestica in cui gli alleati sono sicuramente lo spazzolino, il dentifricio ed il filo interdentale, occorre conoscere e seguire alcune semplici norme comportamentali:

1. ridurre il consumo di zuccheri e se proprio non se ne può fare a meno, lavarsi i denti subito dopo o educare i nostri bambini a farlo il prima possibile;

2. in mancanza dello spazzolino, masticare delle gomme con alta concentrazione di fluoro oppure dotarsi si un kit di igiene dentale da tenere in borsa o in tasca;

3. fare periodiche visite di controllo da uno specialista (almeno una ogni sei mesi) e effettuare una seduta di igiene una volta l’anno per consentire l‘eliminazione di tartaro e placca che non si rimuovono con lo spazzolino.

Anche a casa, comunque, riusciamo a fare la differenza. Tutti noi ci laviamo quotidianamente i denti, ma siamo proprio sicuri di farlo nel modo giusto? Occorre rispettare alcune regole fondamentali nello spazzolarci i denti, ecco quali:

–        Spazzolare i denti per un tempo minimo di 2 minuti

–        Effettuare movimenti rapidi, brevi e delicati facendo attenzione alla linea delle gengive e a raggiungere i denti posteriori

–        Spazzolare prima la superficie esterna dei denti superiori e inferiori, dopodiché spazzolare la superficie interna

–        Spazzolare la lingua per eliminare tutti i batteri e rinfrescare l’alito

–        Cambiare spesso lo spazzolino (minimo ogni 3 mesi) e mantenerlo pulito, risciacquandolo bene dopo ogni utilizzo. Se le setole si aprono o sembrano danneggiate prima del trimestre significa che stiamo usando lo spazzolino in modo troppo energico.

–        Riporre lo spazzolino in posizione verticale, per favorire lo scolo dell’acqua, evitando che i vari spazzolini della famiglia entrino in contatto tra loro

Oltre allo spazzolino esiste inoltre un altro prezioso alleato per la nostra igiene orale: il filo interdentale. 

Questo perché molti problemi si verificano principalmente tra i denti dove lo spazzolino non può arrivare, un corretto utilizzo del filo interdentale può aiutare a raggiungere zone poco “praticabili” per lo spazzolino.

La tecnica per utilizzare il filo interdentale – a grandi linee – è questa: tenere il filo tra il pollice e l’indice, attorcigliando le due estremità alle dita delle due mani, inserire il filo delicatamente fra due denti facendo una sorta di C che “abbraccia” il dente e farlo scorrere avanti e indietro. Quindi rimuovere il filo e sciacquare la bocca.

Seguendo quotidianamente con costanza queste procedure si può raggiungere un buon livello di igiene orale, da integrare ovviamente con periodici controlli dal dentista, per rimuovere il tartaro più ostinato  e tenere sempre sotto controllo la salute dei nostri denti.

E voi, come vi lavate i denti? Avete qualche altro suggerimento o consiglio per una perfetta igiene orale?

Lasciate un commento.

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!